SEI IN > VIVERE TARANTO > CRONACA
articolo

Usura ed estorsione, 7 arresti tra Taranto e Lecce

1' di lettura
16

La guardia di finanza ha arrestato tra Taranto e Lecce 7 persone (5 in carcere e 2 ai domiciliari), indagate a vario titolo per associazione per delinquere, usura aggravata, estorsione, riciclaggio, autoriciclaggio e trasferimento fraudolento di valori.

Le misure cautelari sono state emesse dal gip del Tribunale di Taranto su richiesta della locale Procura, oltre agli arresti sono stati sequestrati beni per oltre 415 mila euro. Dalle indagini, avviate nel 2021, sarebbero emerse pratiche usurarie da parte degli indagati, che concedevano finanziamenti a imprenditori tarantini e leccesi in stato di bisogno, attivi nel settore della produzione dei latticini e della pasticceria fresca, con l’imposizione di tassi usurari fino al 354%.

All’attività di usura avrebbero quindi fatto seguito, a cura di presunti associati, cointeressati in imprese tarantine e leccesi attive nel settore della ristorazione, della distribuzione alimentare e della fornitura di arredi per ufficio, operazioni di riciclaggio e autoriciclaggio dei proventi illeciti attraverso rapporti commerciali di comodo e l’emissione di false fatture.



Questo è un articolo pubblicato il 04-03-2024 alle 12:08 sul giornale del 05 marzo 2024 - 16 letture






qrcode